vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Divignano appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

DISSUASORI DI VELOCITA'

DISSUASORI DI VELOCITA'

16 gennaio 2019

Buongiorno a tutti, rispondiamo punto per punto in una sola volta alle vostre considerazioni in merito ai nuovi dossi, resi NECESSARI dall'alta velocità di molti, anche se non di tutti, in quel tratto.
Innanzitutto ribadiamo sempre che c'è modo e modo di esprimere le proprie opinioni e considerazioni. Abbiamo sempre detto che le critiche sono benvenute qualora fatte in modo costruttivo.
1) POSIZIONE DEI DOSSI:
chiederemo sicuramente ai proprietari delle case di poter entrare e verificare l'effettivo disturbo che gli automezzi potrebbero creare.
2) PERCHE' IL DOSSO?
Il dissuasore di velocità è la tipologia più economica, meno invasiva e più adatta al centro abitato. Per evitare i PASSAGGI DAL MECCANICO rimane solo una cosa da fare: ANDARE PIANO, che è lo scopo per cui vengono posizionati (ricordiamo che il limite in quel tratto è di 30 Km/h e se tutti l'avessimo rispettato non ci sarebbe stato bisogno dei dossi).
3) VIGILE ED AUTOVELOX
Per l'utilizzo degli autovelox ci vuole sempre presente un operatore qualificato, Divignano non può utilizzare nessuna risorsa economica per l'assunzione di un vigile a causa delle Leggi di bilancio in vigore al giorno d'oggi. Siamo carenti di personale ma non si può fare nulla in merito. Le telecamere se in funzione per rilevare la velocità necessitano sempre di un operatore. In molti Comuni, e forse presto ci attrezzeremo anche noi, le telecamere rilevano la mancanza del certificato assicurativo e della revisione dei veicoli; in quel caso non è necessaria la presenza dell'addetto.
4) CAPITOLI DI SPESA
Per chi non lo sapesse il bilancio di un Comune è composto da molti capitoli di spesa. I soldi destinati alle opere pubbliche (vedi verniciature e parco) vengono finanziati con entrate vincolate all'investimento. Per quello che riguarda l'autovelox sicuramente potremmo acquistarlo ma mancherebbe comunque la possibilità (divieto di nuove assunzioni e invarianza della spesa del personale stabilito dalla legge) di avere il personale per poterlo gestire.
Piacerebbe sicuramente anche a noi avere le strade libere da ogni freno ma è EVIDENTE che un cartello verticale con impresso un limite di velocità non è MAI SUFFICIENTE a far si che quella velocità venga rispettata.
L'EDUCAZIONE STRADALE purtroppo è e rimarrà sempre pura UTOPIA.
Prevenire è sicuramente meglio che curare visto che proprio in via Sempione qualche anno fa un pedone ha perso la vita perché investito da un'auto.
Siamo consapevoli che spesso le scelte di un'Amministrazione possano non piacere, ma la sicurezza e l'incolumità dei cittadini devono sempre essere messe in primo piano.
Gilu e tutta l'Amministrazione